Diastasi addominale e ginnastica ipopressiva - Studio FV

Diastasi addominale e ginnastica ipopressiva

La Diastasi Addominale o Diastasi Retto Addominale (DRA) è una condizione clinica caratterizzata dalla separazione dei muscoli Retti dell’Addome. La DRA è caratterizzata da un assottigliamento della linea alba, in una o più regioni di essa, che può portare ad una protrusione verso l’esterno del contenuto addominale.
È possibile individuare tre livelli di DRA: sovra-ombelicale, ombelicale e sotto-ombelicale. Sembrerebbe che nella popolazione femminile la DRA sovra-ombelicale sia la più comune
Ad oggi esiste ancora scarsa conoscenza della prevalenza, dei fattori di rischio, della prevenzione e della gestione della DRA nella popolazione femminile; tuttavia, sembrerebbe che una delle cause principali di DRA nella donna, insieme all’obesità, sia la gravidanza. Proprio nel periodo gestazionale, lo stiramento del muscolo retto addominale operato dall’interno, dall’utero in continuo accrescimento, diventa una delle principali cause della separazione dei muscoli retti addominali incrementata dall’instaurarsi di un nuovo equilibrio ormonale, fattore favorente l’assottigliamento dei tessuti connettivi e quindi della stessa linea alba. Di norma, la separazione del muscolo retto addominale si risolve entro le prime 8/12 settimane dopo il parto, fino anche a 6 mesi. Se però l’addome rilassato perdura anche dopo, se si gonfia in maniera esagerata dopo ogni pasto, se non migliora nonostante attività fisica costante o se è presente un’ernia ombelicale, è probabile che si sia in presenza di una diastasi addominale post parto. La distasi fa in modo che i visceri siano meno protetti dalla fascia muscolare e quindi più a rischio di un eventuale trauma.

Una diastasi addominale si manifesta con segni e sintomi ben precisi:

  • Deformità della linea mediana visibile
  • Abnorme gonfiore addominale post-prandiale
  • Movimenti intestinali percepibili/visibili sottocute
  • Sensazione fastidiosa alla pressione della linea mediana
  • Percezione della pulsazione aortica alla pressione della linea mediana
  • Cute assottigliata e cadente nella regione periombelicale
  • Ombelico estroflesso
  • Smagliature periombelicali
  • Mal di schiena/lombalgia
  • Instabilità del bacino
  • Disturbi urinari e mancato svuotamento vescicale
diastasi addominale

La presa in carico della donna affetta da DRA è di tipo interdisciplinare, attraverso l’intervento tra diverse figure sanitarie. Il ruolo del fisioterapista resta centrale per quanto riguarda l’aspetto rieducativo-funzionale della parete addominale e del complesso lombo-pelvico, con un approccio che guarda all’insieme biopsicosociale della persona presa in carico.

La tipologia di approccio terapeutico più idoneo a questo tipo di patologia è la ginnastica addominale Ipopressiva.

L’obiettivo principale del metodo ipopressivo è quello di prevenire tutti i tipi di disturbi della donna, in particolare il prolasso degli organi pelvici e l’incontinenza urinaria da sforzo. Ecco perché questa ginnastica viene usata nel post-partum preventivo.

Essa agisce sul recupero della forza e dell’elasticità della parete addominale evitando un aumento pressorio a livello della fascia addominale attraverso un’attivazione tonica del perineo e della parete addominale.

Questo tipo di tecnica viene consigliata anche in donne con:

  • addominali deboli o pancia gonfia; 
  • problematiche posturali;
  • problemi di pavimento pelvico e incontinenza;
  • prolasso dell’utero, della vescica o del retto;
  • in preparazione all’intervento chirurgico per diastasi e nel recupero post-operatorio.
É importante iniziare con sedute individuali  per un approccio specifico e personalizzato; solamente in un tempo successivo e di mantenimento si può accedere a un corso di gruppo. 

Se hai da poco partorito o accusi uno dei sintomi descritti, chiamaci per intraprendere un percorso personalizzato di valutazione e trattamento della diastasi addominale, del pavimento pelvico e di rimodellamento del corpo.